Il “Il vuoto ignorante” è quell’ambiente/non ambiente dentro cui “un singolo neurone” improvvisamente apprende dell’esistenza di qualcosa diventandone un’esperto.
E’ quel luogo/non luogo, dove la televisione regna sui popoli, dove i sudditi sono ignari “telespettatori” che si autoconvincono della veridicità di tutte le “minchiate” che gli vengono propinate.
E’ quel deserto dove la maggioranza bruca, convinta di aver saziato la propria coscienza, senza rendersi conto di aver ingerito “polvere”.
Il “Il vuoto ignorante” è la mera assenza di un’intelligenza critica, la prova della “solitudine” coatta a cui quel singolo neurone su descritto, è sottoposto dalla dea TV.
Il “Il vuoto ignorante” se soltanto lo si volesse, potrebbe anche essere un buon inizio, disponendosi a riempirlo di “verità” e per farlo occorre passeggiare, sempre, nei giardini del dubbio!
/ 5
Grazie per aver votato!