Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore”. Questa è una frase tratta da un discorso tenuto da Steve Jobs alla Stanford University.

Avere autonomia di pensiero significa innanzitutto non lasciarci assordare da tutto ciò che ci circonda. Insomma occorre rivendicare il diritto di essere coglioni autonomamente. Siamo nell’epoca della comunicazione; Instagram, Facebook, Twitter, Google, Wikipedia e via dicendo, luoghi virtuali dove tutti i coglioni trovano la soluzione ai loro problemi, dove ognuno è libero di sparare tutte le stronzate di questo mondo convincendosi di essere l’unico portatore di verità, ma al contrario, vengono bersagliati, che lo vogliano o no, in modo consapevole o inconsapevole da migliaia di messaggi di altri coglioni e da nuove stronzate ogni giorno. Questo rumore di fondo, questo casino da luna park stile anni 80, capace solamente di rompere ogni connessione logica, ammesso che ne esistano, ha il suo effetto negativo principale nella capacità di coprire (non so quanto sia negativo, in certi casi…)  la voce interiore della nostra consapevolezza.
La consapevolezza dei nostri bisogni reali e di quanto coglioni siamo quando ci affidiamo alla rete; la consapevolezza  di un coglione che non ha ancora compreso di esserlo.

Insomma, Il pensiero, anche quello di un coglione, è lo strumento con cui progettiamo e costruiamo la nostra vita. In questa situazione è meglio che la propria coglionaggine sia autonoma e non condizionata; rivendicate il vostro essere Coglioni Autonomi. Essere coglioni seguendo le idee di un partito, costretti a cambiarle a secondo del colore di questo o quel movimento, o della dottrina di una religione piuttosto che di un’altra, dimostra solamente che la vostra attitudine all’essere teste di cazzo è superiore alla vostra autonomia di pensiero. Come si favorisce l’autonomia di coglionaggine? come al si rivendica? Un consiglio utile può essere quello di comunicarlo a tutti. Scrivete nei vostri profili che le coglionate che sparate sono di vostra matrice, che nessun altro coglione può criticarvi e dirvi cosa è giusto scrivere e pubblicare, che avete il diritto di pubblicare tutte le stronzate che ritenete opportune per mostrare e dimostrare la vostra autonomia. Insomma provate ad ascoltare il vostro livello di coglionaggine, a conoscere la profondità delle vostra cazzate cerebrali, buttatevi nella merda, lasciate che altri, più coglioni di voi, vi critichino per quanto state comunicando e vedrete che vi sentirete davvero bene.
Alla domanda: ho veramente bisogno di credere questo, di fare questa cazzata, di comunicare questa cretinata paradossale o di seguire questo o quell’altro coglione, di seguire le ideologie di questo partito fatto da individui come me, quindi coglioni come me, ma che ancora non ne hanno consapevolezza? Rispondete secondo quanto pesano i vostri attributi genetici; se avete le palle per rivendicare la vostra autonoma coglionaggine, fatelo! Una volta che vi sarete dati una risposta allora potrete cominciare a pensare autonomamente alle azioni che potete intraprendere come conseguenza di aver pensato liberamente a ciò che vi serve, che vi interessa e vi rende felici ed anche Coglioni quanto basta alla vostra vita!

In pratica dovete imparare a fare o dire, o pensare qualcosa non perché ve lo abbia detto qualcuno, un altro coglione come voi (anche se credibile, esperto o titolato) ma perché, essendo consapevoli del vostro bisogno di dire cazzate autonomamente, decidete che, sparare minchiate col botto, è una decisione utile per la vostra vita.

Il Dubbio, lo Scetticismo, l’Autonomia di pensiero sono tre strumenti fondamentali per affrontare la incredibile mole di informazioni che riceviamo nella nostra vita quotidiana da parte di tutti gli altri coglioni di questo mondo… anche quando sono scienziati, letterati, filosofi ecc… ecc… e sono fondamentali anche per dimostrare a chiunque che si, siamo coglioni e ce ne vantiamo!

Smettiamo di dire minchiate senza agire e di ascoltare cerebrolesi che parlano, ma che alla fine non concludono nulla. Usiamo gli strumenti giusti, ovvero le nostre palle, per costruire tutti gli obiettivi, per migliorare la nostra vita cercando di rimanere il più possibili immuni e lontani dal pensiero del gregge (che è composto interamente da coglioni non autonomi…). Le stronzate che, superficialmente, vanno bene per tutti non è detto che siano utili per noi, che siamo COGLIONI AUTONOMI.

Possiamo scoprire e scavalcare questa pozzanghera di merda e fango iniziando ad essere liberi di progettare la nostra vita. Ricordate: Coglioni si, ma Autonomi!

/ 5
Grazie per aver votato!